Dormi popolo dormi

 

Dormi popolo dormi

parole e musica di Valter. Canta Giacomo Gentiluomo

 

dormi popolo dormi

che rubano i tuoi sogni

e insieme con i sogni

ti ruban l’utopia

ma poi che vuoi che conti

tanto che vuoi che sia

i sogni non son soldi

e non fa soldi l’utopia

i sogni non son soldi

e non fa soldi l’utopia.

Dormi popolo dormi

e ignora l’arroganza

di chi se nasce un sogno

se nasce una speranza

la prende e se ne appropria

non per farla fruttare

ma solo per gestirla

per potere personale

ma solo per gestirla

per potere personale.

 

dormi popolo dormi

pensa a mangiare e bere

anche se con la croce

puntellano il potere

che importa se quel Cristo

da cui prendon mandato

d’accordo col potere

non c’era mai andato

d’accordo col potere

non c’era mai andato.

Dormi popolo dormi

e non ti domandare

alla buona novella

che fine han fatto fare

se i poveri son sempre

più soli e disperati

e i ricchi son più ricchi

e vengon consolati

e i ricchi son più ricchi

e vengon consolati.

Dormi popolo dormi

fino al dì del giudizio

e se ti verrà chiesto

di dar conto di tutto

potrai sempre schermirti

ti potrai discolpare

che han fatto tutto loro

e tu hai lasciato fare

che han fatto tutto loro

e tu hai lasciato fare.

 

Dormi popolo dormi

e non ti risvegliare

ché a loro non dispiace

se tu non vuoi pensare

per te pensano loro

gli esperti in religione

e se starai tranquillo

avrai l’assoluzione

per te pensano loro

gli esperti del potere

e se starai tranquillo

farai il tuo dovere

si se starai tranquillo

farai il tuo dovere.